Capanna Mautino | Mont Gimont 2646 m
559
post-template-default,single,single-post,postid-559,single-format-standard,edgt-core-1.2,ajax_fade,page_not_loaded,,vigor child-child-ver-1.0.0,vigor-ver-2.0, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,fade_push_text_top,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2,vc_responsive

Mont Gimont 2646 m | itinerario 3

Mont Gimont 2646 m | itinerario 3

Si risalgono, verso sud-ovest, i pendii immediatamente soprastanti Capanna Mautino, sino a raggiungere la Crête du Rossignol, di confine, che scende dalla cima Saurel al Col Bousson. Piegare allora a destra e seguendo facili pendii, a dossi e vallette, in direzione NNO, si perviene a un falso colletto, che si apre un po’ a sinistra (ore 1 circa).
Breve discesa – pochissimi metri –  fino al Lago dei Sette colori ( Lago Gignoux sulle carte), che si costeggia sulla destra sino a raggiungere l’imbocco di un bellissimo vallone. Ci si infila decisamente al centro, seguendolo in direzione ovest, dapprima con pendenza lieve, poi via via più sostenuta. L’ultima parte è decisamente in piedi e richiede alcuni zig-zag; tuttavia, salvo condizioni del tutto particolari e contrariamente a quanto potrebbe sembrare non presenta pericoli di slavine. Si sbuca così ad un colletto, dal quale la vetta dista pochi minuti, sulla destra (nord), ed è a volte raggiungibile in sci (ore 2 da Capanna Mautino). La discesa si compie sullo stesso itinerario.