Tour dei laghi Foiron e della Val Gimont

Difficoltà: MC/MC+

Difficoltà sts: s1
Luogo di partenza: Claviere, parcheggio in via Val Gimont prima del ponte sulla Piccola Dora
Quota di partenza: 1744m
Quota massima: 2400m
Dislivello positivo: 1050m
Sviluppo: 16.80
Tipologia: trail-riding


Dal parcheggio, imboccare la ripida strada inizialmente asfaltata per la Val Gimont seguendola fino alla località La Coche (km 1.40 quota 1906m edifici di ristoro sulle piste invernali). Qui giunti proseguire a sinistra in falsopiano per raggiungere con percorso facile e ovvio un colletto appena prima dell’abitato di Sagna longa (km 4.01 quota 2011), percorsi poi pochi metri di discesa tenere la destra al primo bivio e, subito dopo, di nuovo la destra per risalire la sterrata che conduce al colle della Bercia, continuare su quest’ultima fino a un ampio tornante a destra nei pressi di Rocca Remolon (km 5.75 quota 2146m),qui abbandonare la sterrata per imboccare lo splendido trail sulla sinistra che conduce ai laghi Foiron (km 6.48 quota 2144m) quindi, sempre seguendo il sentiero, proseguire con percorso interamente ciclabile (un paio di rampe in ripida salita difficili da chiudere in sella) fino a raggiungere il rifugio Capanna Mautino (km 7.85 quota 2110m). Al rifugio imboccare la ripida pista sterrata in salita che sale dal Lago Nero e seguirla fino alla località Serra Sebeirand (km 9.80 quota 2306m ripido all’inizio poi più agevole). Qui giunti svoltare a sinistra ad un bivio e, percorsi pochi metri, raggiungere la pista che porta verso il lago dei 7 colori (km 9.95 quota 2308m) svoltare ancora a sinistra su quest’ultima e, superate ancora alcune dure rampe, raggiungere la località Costa La Luna (km10.60 quota 2400m). Da questo punto seguire l’ampia pista in discesa per affrontare subito due ampi tornanti di cui il primo a destra ed il secondo a sinistra, quindi, percorsi circa 50 metri in rettilieo, svoltare a destra per imboccare il single trail che scende nella Val Gimont (km 11.00 quota 2394m) percorrendolo integralmente con una parte iniziale più ripida (S1 con un paio di passi S2) e difficile ed una seconda scorrevole e molto gradevole fino a sbucare su una pista sterrata (km 14.65 quota 1985). Qui giunti svoltare a destra e seguire la pista fino a ritornare in località la Coche (km15.45 quota 1863m) e quindi, ripercorrendo il tracciato seguito all’andata, ritornare in breve al punto di partenza (km 16.80). In alternativa è possibile reperire sulla sinistra poco dopo aver terminato la discesa della val Gimont un ulteriore sentiero che scende fino a Claviere, quest’ultimo tuttavia risulta a tratti un po’ più ostico a percorrersi per alcuni passaggi stretti con radici e pietre (S2+ su singoli passi).

NOTE: itinerario plaisir mai troppo impegnativo ma molto remunerativo per panorami e bellezza dei sentieri. Consigliato!

Bibliografia: Matteo Zunino, “western trails” 64 proposte di cicloalpinismo nelle valli di susa, 2011, Fraternali Editore

Cartografia di riferimento: Fraternali Editore, carta n° 2 1/25.000 alta valle di Susa, Alta Val Chisone.

Guida mtb: matteo zunino c/o www.passaggioanordovest.eu

Scopri altre attività!

scialpinismo

Monte Terra Nera 3100 m

Per la salita vedere l’itinerario 4 fino alla Dormillouse, o meglio, sino al colletto Dormillouse. Proseguire sempre sul versante francese per l’ampio crestine, che qui

scialpinismo

Monte Giaissez 2588 m

Dalla Capanna Mautino, risalire in direzione sud il breve pendio e il successivo falsopiano che conducono al confine del Col Bousson 2181 m. Piegare decisamente

Lago Nero inverno - Alta valle Susa

Apertura stagione invernale ’22 /’23

Dal 17 dicembre Capanna Mautino resterà aperta in maniera continuativa sino a fine marzo (in base alle condizioni della neve). À partir du 17 décembre, Capanna Mautino restera ouverte en continu jusqu’à fin mars (selon les conditions d’enneigement).